giovedì 27 aprile 2017

Un Movimento al giorno - Cross Crawl

UN MOVIMENTO DEL BRAIN GYM®
PER LA LATERALITA'

CROSS CRAWL


I movimenti incrociati permettono di attivare contemporaneamente le funzioni dei due emisferi cerebrali, stimolate dallo stesso movimento corporeo incrociato; favoriscono lo scambio neuronale tra i due emisferi cerebrali attraverso il corpo calloso, quindi il potenziamento delle capacità cognitive che risulta all’uso integrato delle due parti del cervello.

Come si esegue:

Per movimento “incrociato” si intende il movimento simultaneo di un braccio e della gamba opposta, svolto in sequenze diverse, toccando, per esempio, i piedi con le mani, o i gomiti con le ginocchia.
Questo esercizio di movimenti crociati attiva simultaneamente i due emisferi cerebrali e permette un’attivazione muscolare completa; adatto per tutte le attività che necessitano l’utilizzo di entrambi i lati del corpo (lettura, scrittura, corsa).


Alternative e suggerimenti
Bere acqua e massaggiare i bottoni del cervello prima di eseguire i movimenti incrociati, aiuta a preparare il corpo e la mente ad un apprendimento con facilità
Fare gli esercizi a rallentatore
Fare gli esercizi con la musica

Effetti e obiettivi
Migliora la visione binoculare
Amplia il campo visivo e quindi la vista periferica
Migliora il movimento oculare
Rilassa la muscolatura di occhi, collo e spalle
Migliora l’equilibrio, la coordinazione e la centratura
Migliora l’udito e la vista



Bibliografia: Brain Gym. Impara a Muoverti, muoviti per Imparare. Paul & Gail Dennison, Ed. Tigulliana 2014
Illustrazione: Monica Martina, eseguito liberamente con la tecnica del disegno a specchio, gennaio 2017

sabato 22 aprile 2017

Un movimento al giorno - I Contatti crociati

UN MOVIMENTO DEL BRAIN GYM®
PER L’ATTEGGIAMENTO POSITIVO

I CONTATTI CROCIATI 


I due esercizi della posizione Cook servono a collegare i circuiti energetici (meridiani) del corpo e a distribuire uniformemente l’energia tramite il contatto delle dita.

 Come si esegue:

Prima parte: seduti, in piedi o sdraiati, mantenete con la schiena dritta, incrociate le caviglie; allungate i palmi delle mani in avanti e ruotate i rispettivi palmi verso l’esterno; mantenendo i palmi nella posizione incrociate i polsi; i palmi si uniscono con le dita che si intrecciano; infine portate le mani intrecciate a ruotate in direzione del cuore appoggiando i gomiti al corpo.
Per completare la postura inspirando appoggiate la lingua al palato ed espirando fate scendere la lingua.



Prima seconda: dopo circa un minuto, riportate le gambe nella posizione iniziale e congiungete le punte delle dita delle mani per qualche secondo, respirando profondamente con la stessa modalità (lingua sul palato inspirando, lingua bassa espirando).


Effetti e obiettivi:

Attiva una sensazione di benessere
Aiuta nelle attività al computer
Migliora la stima e la fiducia in sè
Aiuta ad ascoltare e parlare in modo chiaro
Favorisce la respirazione profonda





Bibliografia: Brain Gym. Impara a Muoverti, muoviti per Imparare. Paul & Gail Dennison, Ed. Tigulliana 2014

Illustrazione: Monica Martina eseguito liberamente con la tecnica del disegno a specchio, gennaio 2017

lunedì 10 aprile 2017

Un movimento al giorno - I punti positivi

UN MOVIMENTO DEL BRAIN GYM®
PER L’ATTEGGIAMENTO POSITIVO

I PUNTI POSITIVI 

Sono i due punti più sporgenti della fronte, tra l’attaccatura dei capelli e le sopracciglia; sono i punti che, istintivamente, tocchiamo quando siamo molto concentrati. Sono utili per ristabilire l’equilibrio psico-fisico e per riportare il corpo ad una sensazione di calma. 

Come si esegue:

Appoggia le dita leggere sui lobi frontali, le prominenze situate sulla fronte a metà circa della larghezza delle sopracciglia e vicine all’attaccatura dei capelli. Mantieni la posizione finché le pulsazioni, che si possono sentire, battano allo stesso ritmo oppure fino a quando ti senti più calmo e tranquillo.
Se ti fa piacere chiudi gli occhi e visualizza un colore, un ricordo piacevole o una bella sensazione.

Migliorerai la concentrazione, la memoria e l’organizzazione. Si abbasserà il livello di stress. Potrai liberarti da vecchie situazioni “ingombranti”.


Bibliografia: Brain Gym. Impara a Muoverti, muoviti per Imparare. Paul & Gail Dennison, Ed. Tigulliana 2014

Illustrazione: Monica Martina eseguito liberamente con la tecnica del disegno a specchio, gennaio 2017

mercoledì 5 aprile 2017

Disegnare a due mani! Perché?


workshop Disegno a due mani 
Torre Pellice 2017

Disegnare e scrivere a due mani.
Perchè?

“La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un servo fedele. 
Abbiamo creato una società che venera il servo e ha dimenticato il dono”
              Albert Einstein

Il Disegno a Due Mani o a Specchio, uno dei 26 movimenti di Brain Gym, è un’esperienza unica nell’apprendimento bi-manuale. 
La creatività non emerge dal pensiero, ma dal movimento di tutto il corpo, magari impacciato all’inizio, poi fluido con l’esercizio.
Cimentarsi in questo tipo di disegno e di pittura utilizzando entrambe le mani favorisce non solo la coordinazione di occhi e mani (la motricità fine), ma lo sviluppo del cervello intero e diventa una base per le attività bi-manuali (come costruire, cucinare, fare giardinaggio) e mono-manuali (come scrivere una lettera o risolvere un problema matematico) nella vita quotidiana.
Dunque, le immagini che si creano si basano più sul movimento che sulla vista, e questi movimenti incoraggiano il cervello a funzionare come un insieme: un lato guida, l’altro segue in una collaborazione efficiente. Intanto gli occhi si ritirano rispetto al movimento quando imparano a focalizzare nel campo mediano (tracciato o meno sul foglio), cioè dove i campi visivi destro e sinistro si sovrappongono, e si rimane sorpresi di come, senza alcuno sforzo, emergono dal disegno le forme di “spazio negativo” (cioè lo spazio bianco o vuoto che circonda un oggetto), per definire i confini dello “spazio positivo” (l’oggetto stesso). Questo tipo di visione porta ad un piacevole senso di equilibrio e di relax.
Naturalmente non si devono valutare i disegni prodotti secondo criteri di competenza artistica, ma di vitalità e giocosità. Questo perché l’obiettivo principale è quello di impegnarci nel mantenere la nostra attenzione focalizzata per un certo tempo, concentrati nell’esplorazione della nostra percezione del mondo. Ci sfidiamo, aperti a sorprenderci di ciò che riusciremo ad esprimere su carta.
L’essenza dell’arte del Disegno a Due Mani o a Specchio è dunque proprio il percorso che ciascuno intraprende e non il prodotto; lo stimolo principale è quello di vedere l’ambiente circostante con occhi nuovi, concentrandosi rispetto al “come faccio ciò che sto facendo” in un coinvolgimento più a livello sensoriale.

Il percorso di per sé stimola l’esplorazione e la sperimentazione. 
Insieme, aggiungiamo curiosità e apertura a nuove emozioni.
Vai al calendario degli appuntamenti

Dunque…
workshop Disegno a due mani 
Torre Pellice 2017
Disegno a Due Mani o a Specchio per:

  • sviluppare la motricità fine
  • aumentare la precisione
  • potenziare la creatività
  • raggiungere fluidità del tratto
  • sviluppare il linguaggio
  • accrescere la curiosità e la fantasia
  • sostenere la spontaneità
  • incrementare la coordinazione 
  • occhio-mano
  • esplorare la propria percezione visiva di forme, colori, profondità
  • acquisire consapevolezza della postura e dei propri movimenti
  • attivare un'attenzione rilassata
  • conquistare auto-disciplina e auto-controllo




Curiosità


Lezione di Johannes Itten (1888-1967), pittore, designer e scrittore svizzero, esponente della Bauhaus.
Il Disegno a Due Mani che Itten eseguiva davanti ai suoi allievi, doveva contribuire all’armonizzazione dei movimenti “… Poi impartisce dei comandi ritmici e fa compiere lo stesso esercizio in piedi. Sembra che venga considerato una sorta di massaggio corporeo, per addestrare la macchina (il corpo) a un funzionamento il più possibile istintivo”, notava Paul Klee osservando il maestro Itten.